http://www.gobiker.it?p=23233
per informazioni: Go Biker S.r.l.
via Buonarroti ang. via Canale, 22 - 60125 Ancona
Tel. 0712089301 -

Tour studiato ad hoc da un esperto geologo, con 24 anni di esperienza in Islanda e motociclista da sempre, il The Dream Touring è un sogno che possono realizzare tutti e con qualsiasi tipo di moto. L’itinerario è progettato per andare alla scoperta di tutte le meraviglie naturalistiche dell’isola, inclusi l’affascinante penisola dello Snaefellsnes e i maestosi Westfjords. Il fondo è perfettamente asfaltato ed in ottimo stato e i tratti in terra battuta sono percorribili da qualsiasi tipo di moto. Il passo è tranquillo e le tappe giornaliere sono studiate per avere il tempo necessario per fare foto, escursioni e godersi i panorami in tutta tranquillità. Geysers, cascate, ghiacciai, fiordi, deserti, vulcani, laghi, parchi nazionali, riserve naturali e ancora balene, foche, cavalli, renne, uccelli. Un’isola creata dai vulcani e plasmata dai ghiacciai dove i paesaggi sono estremamente eterogenei e dove la Corrente del golfo rende il clima molto più mite di quanto si immagini. Scoprirete una terra dimenticata dal tempo dove natura e uomo vivono in armonia da mille anni. Proverete emozioni indescrivibili che rimarranno con voi, per sempre!

 

1° giorno

Sabato 10 agosto ARRIVO A REYKJAVIK

Partenza con volo di linea Icelandair (costo non incluso nella quota). Arrivo all'aeroporto internazionale di Keflavik e trasferimento in hotel a Reykjavik con Flybus Plus. Ritiro moto e bagagli.

2° giorno

Domenica 11 agosto Parco Nazionale di Thingvellir – Riserva Naturale di Geysir - Cascate Gullfoss, Seljalandsfoss e Skogafoss – Riserva Naturale Di Dyrholaey – Vik

(280 km strada asfaltata)

Si parte per il Parco Nazionale di Thingvellir (piana dell’assemblea) dove si effettua una gradevole camminata in mezzo alle placche tettoniche fino alla sede del più antico parlamento del Mondo: l’Althing (930 d.C.). Qui si trova l’omonimo lago che rende il paesaggio dolce e rilassante. Si prosegue per la riserva naturale di Geysir dove il geyser Strokkur (la zangola), erutta un getto d'acqua alto circa 30 metri ad intervalli irregolari di 3/5 minuti. In questa zona, risiede il Grande Geyser (ora inattivo), dal quale prende il nome il fenomeno. A 9km si visita la cascata Gullfoss (cascata d’oro). Successivamente si passa sotto il famoso vulcano Eyjafjallajokull che eruttò nel 2010 e si visitano le cascate Seljalandsfoss e Skogafoss. Si prosegue per la riserva naturale di Dyrholaey dove nidificano tantissime specie di uccelli compresa la graziosa pulcinella di mare.

3° giorno

Lunedì 12 agosto Deserti di Myrdalssandur e Skeidararsandur - Ghiacciaio Vatnajokull - Parco Nazionale di Skaftafell - Laguna Glaciale Jokulsarlon – Hofn

(270 km strada asfaltata)

Si attraversano i deserti di Myrdalssandur e Skeidararsandur dove, nel 1996, si riversarono milioni di metri cubi d'acqua mischiata a ghiaccio e ceneri vulcaniche (jokullhlaup), provocata dall'eruzione sub-glaciale del vulcano Grimsvotn. Si arriva al ghiacciaio più grande d’Europa, il Vatnajokull (8.300 km2) e si entra nel Parco Nazionale di Skaftafell dove si può ammirare il ghiacciaio in tutta la sua potenza. Si prosegue lungo la costa fino alla spettacolare laguna glaciale Jokulsarlon dove si può effettuare la navigazione in mezzo agli icebergs (facoltativa). Possibilità di avvistamento foche. Si va poi sulla spiaggia nera dove gli icebergs che escono dalla laguna, vengono spiaggiati dalla marea creando uno scenario unico ricco di fascino.

4° giorno

Martedì 13 agosto Fiordi dell'est – Djupivogur – Passo di Oxi - Egilsstadir - Deserto di Odadahraun - Pozze di Fango Bollente Di Namaskard - Myvatn Nature Bath - Riserva Naturale Del Lago Myvatn

(310 km strada asfaltata + 30 km strada in terra battuta)

Si percorre la costa orientale attraverso i meravigliosi fiordi dell’est dove vivono le renne. Si sale sul terribile passo di Almannaskard, dove si effettua una sosta per ammirare il panorama mozzafiato. Dopo una pausa caffè presso il caratteristico villaggio di pescatori di Djupivogur, si sale sul passo di Oxi fino alla città di Egilsstadir. Da qui, s’inizia a salire sul grande altopiano interno e si entra nel deserto di Odadahraun dove lo sguardo si perde all’orizzonte ed i colori dei suoli prendono tutte le sfumature del marrone e del grigio. Dopo una sosta alla fattoria di Modrudalur (dalla Elisabeth), si arriva alla meravigliosa riserva naturale del lago Myvatn dove si visitano le pozze di fango bollente di Namaskard e gli pseudo crateri di Skutustadir. Si attraversa la Dorsale Medio Atlantica passando dalla placca europea a quella nordamericana. In questa zona nidificano oltre 200 specie di uccelli di cui solo quindici sono anatre. A fine giornata ci rilasseremo nelle benefiche sorgenti calde del centro termale di Myvatn Nature Bath.

5° giorno

Mercoledì 14 agosto Cascata Dettifoss - Penisola di Tjornes – Husavik (Escursione per l’ avvistamento delle balene) - Riserva Naturale del Lago Myvatn

(200 km strada asfaltata + 50 km strada in terra battuta)

Si percorre la ring road fino al bivio che ci porterà all'impressionante cascata Dettifoss (cascata potente) che, con un salto di 45m ed una portata media di 500 m3/s, è la più potente d’Europa. Si prosegue lungo la strada sterrata 864 fino alla 85 che percorre la costa della penisola di Tjornes che dista solo pochi km dal circolo polare artico. Si arriva al grazioso paesino di pescatori di Husavik da dove è possibile effettuare l’escursione facoltativa in barca della durata di 3 ore che va alla scoperta delle balene.

6° giorno

Giovedì 15 agosto Cascata Godafoss – Akureyri - Fiordi di Eyjafjordur e Skagafjordur – Museo del Folklore di Glaumbaer – Penisola di Vatnsnes – Stadarflot

(370 km strada asfaltata + 70 km strada in terra battuta)

Si visita la cascata Godafoss (cascata degli Dei) dalla originale forma a ferro di cavallo e, dopo una cinquantina di km, si arriva presso la città di Akureyri situata sul fiordo di Eyjafjordur. Si percorre il fiordo passando per Dalvik, Olafsfjordur e Siglufjordur. Si entra nel fiordo di Skagafjordur e si visita il museo del folklore di Glaumbaer (ingresso facoltativo) dove si trovano le tipiche abitazioni vichinghe costruite con rocce e torba, dove si posso assaggiare ottime torte fatte rigorosamente in casa. Si passa la città di Blonduos, si percorre la bellissima penisola di Vatnsnes dove si trovano tante colonie di foche.

7° giorno

Venerdì 16 agosto Holmavik – Fiordi dell’ovest – Isafjordur

(300 km strada asfaltata + 30 km strada in terra battuta)

Oggi si percorre la strada n.61 che sale nei grandi fiordi dell’ovest. Si effettua una sosta nella baia di Hunafloi per vedere le foche. La regione dei fiordi dell’ovest, con una densità di un abitante per km2, è la regione abitata più isolata dell’isola. In questa regione, la natura regna incontrastata e il viaggiatore può percepire il senso di libertà e la serenità che essa dona. Non a caso, la volpe artica vive proprio in questa regione.

8° giorno

Sabato 17 agosto Thingeyri – Cascata Dynjandi – Spiaggia di Breidavik – Latrabjarg (Punto più ad Ovest d’Europa) – Patreksfjordur

(140 km strada asfaltata + 150 km strada in terra battuta)

Oggi si continua ad attraversare la regione dei grandi fiordi dell’ovest. Si passa il paesino di Thingeyri e si effettua una sosta alla stupenda cascata Dynjandi che scende aprendosi a ventaglio con dolcezza ed eleganza. Si raggiunge la straordinaria spiaggia bianca di Breidavik. Questa è l’unica spiaggia bianca di tutta l’isola. La spiaggia si è formata grazie al minuscolo sedimento che dai caraibi, viene trasportato dalla corrente del golfo. Qui, la corrente perde forza e lascia cadere il minuscolo sedimento bianco. Successivamente, si arriva a Latrabjarg che, con le sue scogliere di 400m a picco sul mare, è il punto più ad ovest d’Europa e luogo di nidificazione di migliaia di uccelli e della graziosa Pulcinella di mare.

9° giorno

Domenica 18 agosto Fiordi dell’ovest – Budardalur – Penisola dello Snaefellsnes – Parco Nazionale dello Snaefellsjokull – Stykkisholmur

(300 km strada asfaltata + 100 km strada in terra battuta)

Oggi si torna verso sud, si attraversano gli ultimi fiordi, si passa la città di Budardalur e si entra nella meravigliosa penisola dello Snaefellsnes. All’estremità della penisola, si trova il vulcano-ghiacciaio Snaefellsjokull (1.446 slm), famoso per essere stata la via d’entrata del viaggio al centro della terra di Jules Verne. Lo Snaefellsjokull è considerato dagli appassionati di esoterismo, uno dei sette “grandi centri energetici del Mondo”.

10° giorno

Lunedì 19 agosto Penisola dello Snaefellsnes – Parco Nazionale dello Snaefellsjokull – Borgarnes – Fiordo di Hvalfjordur – Reykjavik

(280 km strada asfaltata)

La giornata di oggi viene dedicata alla visita della penisola dello Snaefellsnes e del Parco Nazionale dello Snaefellsjokull. Il parco fu istituito dal governo islandese il 28 giugno 2001 con lo scopo di preservare flora e fauna. La penisola è caratterizzata da formazioni rocciose di forma bizzarra dovute al particolare raffreddamento della lava. Spiagge meravigliose sia nere che dorate, coste a picco sul mare dalle quali si possono scorgere foche, uccelli marini, e panorami mozzafiato. Si scende verso Borgarnes, si attraversa il fiordo di Hvalfjordur dove la strada tortuosa permette di divertirsi in piega fra scenari unici e, con tanta tristezza, si chiude l’anello arrivando a Reykjavik nel pomeriggio.

11° giorno

Martedì 20 agosto RIENTRO IN ITALIA

Trasferimento all’aeroporto internazionale di Kelfavik con Flybus Plus e rientro in Italia con volo di linea (costo non incluso nella quota).

Quote per persona, a partire da:

PartenzaDoppia
Dal 10 agosto 2019 al 20 agosto 2019€ 2.990

Note

Quote individuali di partecipazione, a partire da:

Prezzo per persona,

minimo 10 partecipanti, massimo 18 partecipanti

Hotel Categoria 3/4*

In camera doppia – Quota a persona

€ 2.990
Trasporto moto dall’Italia – Quota per moto in associazione al tour € 1.850
Trasporto moto dall’ Italia – Quota solo trasporto € 2.450
Moto a noleggio – quota per moto:
Classe “Economy” (BMW G650GS/G650GS o similare):
€ 1.970
 

Moto a noleggio – quota per moto:

Classe “Medium” (BMW F650GS/F700GS/F800GS o similare)

€ 2.385
 

Moto a noleggio – quota per moto:

Classe “Executive” (BMW R1200GS o similare)

€ 2.745
Quota volo Icelainder a partire da € 440 + tasse aeroportuali
Quota di iscrizione € 85

Il noleggio moto include

  • chilometraggio illimitato
  • assicurazione per pilota ed eventuale passeggero
  • assicurazione per danni verso terzi
  • assicurazione ad intera copertura della moto,
  • tassa sull’inquinamento (environmental fee), tasse locali, percentuali di servizio e trittico valigie

La quota servizio trasporto moto e bagagli include:

  • Costo delle operazioni di carico/scarico in Italia e in Islanda
  • Costo del trasporto in Europa e in Islanda
  • Pedaggi autostradali
  • Oneri doganali
  • Costo produzione documenti di trasporto via terra e via mare
  • Costo traghetto per/da l’Islanda
  • Tasse di imbarco e sbarco
  • Tasse portuali
  • Tasse nazionali e internazionali
  • Tasse locali e percentuali di servizio
  • Costo vignetta islandese
  • Etichette per moto e bagagli
  • Assistenza 24/7

Costi aggiuntivi obbligatori al trasporto moto:

  • Costo produzione documenti doganali: EUR 90 per persona
  • Costo produzione documento attestante il valore della moto: EUR 60 per moto
  • Costo produzione documento d’importazione temporanea: EUR 110 per moto
  • Assicurazione danni alla moto durante il trasporto: EUR 90 per moto

La quota comprende

  • Trasferimenti aeroporto-hotel-aeroporto
  • 10 pernottamenti in hotel di buon livello
  • Sistemazione in camera doppia con servizi privati
  • Trattamento di pernottamento e prima colazione. Per dare libertà di scelta e di spesa, le cene saranno pagate in loco dal partecipante
  • Nostra guida professionista
  • Assistenza meccanica
  • Informazioni utili (come preparare moto e bagagli)
  • Mappa stradale dettagliata 1:500.000 (la migliore esistente)
  • Portadocumenti ed etichette per bagagli e moto
  • Spedizione dei documenti via e-mai
  • Mance, tasse locali e percentuali di servizio
  • Borsa, porta documenti, etichette bagagli e documentazione illustrativa varia
  • L’assicurazione per l’assistenza medica (sino ad € 10.000), il rimpatrio sanitario ed il danneggiamento al bagaglio (sino ad € 1.000), con possibilità di integrazione.
  • La quota di iscrizione pari a 85 euro

 

La quota non comprende

  • I voli internazionali da/per l’Italia in classe economica (SU RICHIESTA)
  • Adeguamento carburante del volo qualora la compagnia aeree lo richiedesse prima dell’emissione dei biglietti
  • Deposito cauzionale al momento del ritiro del mezzo (necessaria carta di credito)
  • Alcuni pasti, le bevande extra, le mance, gli extra di carattere personale, eccedenza bagaglio
  • Assicurazione facoltativa annullamento (vedi schema alla fine)

Cerca l'agenzia più vicina a te

Altri viaggi che potrebbero interessarti
Articoli che potrebbero piacerti

La scelta della moto da utilizzare era fondamentale ma era anche fondamentale portare l’Italia e le eccellenze italiane in questa meravigliosa sfida!

Ecco cosa accade quando prendi un buon 10 ore di acqua e freddo in moto in un tappone da 600/700 km per arrivare alla destinazione serale!

Non perderti le nostre offerte!

Espressione del consenso al trattamento dei dati personali: procedendo con l'invio di questo modulo, si autorizza il trattamento dei dati personali forniti per la finalità, con le modalità e nei limiti indicati nell'informativa sulla privacy, ai sensi e per gli effetti dell'art. 23 del D.lgs. 196/03.

Go Biker S.r.l.
via Buonarroti ang. via Canale, 22 - 60125 Ancona
P.IVA, CF 02768400422 R.E.A. AN 213634
Capitale Sociale € 10.000
Premio Turismo responsabile Italiano 2011
Continua a seguirci su